Category Archive Web e dintorni

Sicurezza: entro il 2020 si passa al protocollo TLS 1.2

Chrome, Firefox, Edge e Safari disabiliteranno il supporto a TLS 1.0 a partire dal 2020: il nuovo standard è l’attuale TLS 1.2.

Nessun utente si accorgerà del cambiamento e saranno pochi i sistemisti occupati in un lavoro di aggiornamento, ma la novità chiude un lungo capitolo delle comunicazioni online tra client e server. Da ben 20 anni, infatti, il protocollo 1.0 (ed il successore 1.1) gestivano in modo sicuro le comunicazioni tra i vari nodi della rete: nuovi protocolli sono stati sviluppati per aumentare il tasso di sicurezza di tali comunicazioni ed occorre ora un ampio lavoro di aggiornamento generalizzato per far sì che i nuovi protocolli possano sostituirsi ai vecchi eliminando ogni sacca di traffico non sicuro ancora in essere.

La novità è stata congiuntamente annunciata dai quattro principali produttori di browser, ossia GoogleMozillaMicrosoft e AppleChrome, Firefox, Edge e Safari porranno termine al supporto di TLS 1.0 e 1.1 entro il 2020, lasciando così strada spianata al più recente TLS 1.2.

TLS (Transport Layer Security) è il protocollo che rende sicuro l’HTTPS. Ha una storia ventennale […] ed in questi anni abbiamo imparato molto su come rendere sicuri i protocolli.

Oggi il nuovo protocollo è in uso presso la gran parte dei siti web, ma una piccola parte ancora è rimasta arroccata al vecchio 1.0. L’azione congiunta dei browser nel rendere deprecata la prima versione del protocollo costringerà tutti all’aggiornamento, portando così di fatto l’intero World Wide Web verso il nuovo standard.

Questo cambiamento interesserà anche la gestione della sicurezza delle e-mail e in particolare della Posta Elettronica Certificata (PEC).

Se i dispositivi con cui si accedere alla casella di posta elettronica certificata sono aggiornati e supportati dal protocollo TLS 1.2, sarà possibile accedere regolarmente al servizio anche dopo la dismissione del protocollo 1.0 e 1.1 senza alcun intervento o modifica; in caso di incompatibilità dei sistemi con il nuovo protocollo, si potranno riscontrare riscontrare problemi di accesso (es. se il browser non è aggiornato, si potrebbe non accedere alla webmail; se il client su cui è configurata una PEC è obsoleto, potrebbe non essere utilizzato per accedere alla posta elettronica certificata…).

Già ARUBAPEC , uno dei principali fornitari di servizi di hosting e servizi certificati, ha fissato il passaggio al nuovo standard TLS 1.2 in data 30 settembre 2019, per evitare disagi e malfunzionamenti è possibile verificare l’aggiornamento dei propri sistemi informatici attraverso una semplice guida che è possibile visionare cliccando qui

Tags, , , ,

Digitalizzare la propria associazione oggi è possibile con Techsoup

La trasformazione digitale è il processo di integrazione delle tecnologie digitali in tutti gli aspetti delle attività ordinarie: un processo che comporta cambiamenti sostanziali a livello di tecnologia, cultura, operazioni e generazione di valore.

Nonostante la Riforma del terzo settore richieda l’utilizzo di strumenti informativi idonei a garantire conoscibilità e trasparenza in favore del pubblico e dei propri associati (art. 41) emerge tra le organizzazioni no profit una difficoltà di visione strategica sulle tematiche digitali, soprattutto da parte dei leader e della governance. Manca la consapevolezza delle potenzialità del digitale e, di conseguenza, una strategia chiara.

Sono ancora tantissime le associazioni che, nelle loro sedi, utilizzano hardware e software obsoleto, hanno difficoltà ad utilizzare gli strumenti basilari come la mail e i documenti di testo, ignorano totalmente le opportunità che i nuovi strumenti digitali potrebbero dare in termini di incremento delle donazioni o dell’aggregazione di nuovi volontari.

Mancanza di tempo, mancanza di risorse economiche, poche competenze: queste sono le motivazioni che spesso bloccano i processi di digitalizzazione delle organizzazioni di volontariato.

Da qualche anno per le organizzazioni di volontariato e gli enti di terzo settore è possibile attivare concreatamente questi processi a costi ridottissimi grazie a TechSoup.

TechSoup è la prima piattaforma internazionale che aiuta le organizzazioni Non Profit di tutto il mondo ad intraprendere un percorso di trasformazione digitale. 

Come?

Fornendo accesso a prodotti software e hardware delle aziende leader del settore ICT (Microsoft, Symantech, Cisco, ad un costo marginale o in totale donazione e offrendo corsi di formazione sul digitale (workshop e webinar) e servizi di consulenza informatica a misura di Non Profit. 

L’iscrizione a techsoup.it è gratuita e ti permette di aumentare la cultura digitale della tua Non Profit e di fare un upgrade tecnologico impensabile abbattendo i costi legati alla tecnologia.

STEP BY STEP

La registrazione a TechSoup

Crea un account per la tua organizzazione cliccando su Registrati nel box azzurro in home page (https://www.techsoup.it/).

Dopo aver inserito i dati richiesti riceverai una mail con le tue credenziali e l’indicazione di quali documenti relativi alla tua Non Profit dovrai inviarci per procedere all’accreditamento a TechSoup (Autocertificazione, Statuto, Codice Fiscale dell’Organizzazione, Atto costitutivo e carta di identità del Legale Rappresentante). Ti ricordiamo che la registrazione è gratuita ed una tantum.

La conferma dell’accredito

Entro cinque giorni lavorativi dalla ricezione dei documenti riceverai una mail con la conferma o meno dell’eleggibilità della tua organizzazione. Da quel momento potrai ordinare i prodotti sul nostro sito, iscriverti a corsi o eventi e richiedere i nostri servizi IT. 

Cosa troverai su TechSoup?

Con la registrazione a TechSoup la tua organizzazione Non Profit potrà accedere a:

  • prodotti software e hardware dei nostri partner donatori a costi marginali o in totale donazione;
  • strumenti digitali gratuiti per il fundraising e il lavoro in team;
  • servizi di consulenza e di IT Assist;
  • workshop e webinar della TechSoup Academy per aumentare la cultura digitale della tua Non Profit. 

Hai dubbi o domande?

Consulta la pagina delle FAQ di TechSoup oppure contatta l’operatore di riferimento del CeSVoP Danilo Conigliaro al numero interno 091 777 57 03 CeSVoP per avere supporto e accompagnamento nelle fasi di accreditamento e per scegliere le soluzioni più idonee alle esigenze della tua OdV.

Tags, , , ,

Sito web chiavi in mano: come lo gestisco?: un piccolo tutorial

Con CeSVoP web è possibile, per le associazioni di volontariato con statuto a norma della legge 266/91, realizzare il proprio sito web gratuito e chiavi in mano.

Il personale del CeSVoP accompagnerà i volontari in un piccolo percorso formativo, dall’analisi dei bisogni, alla pianificazione di tutti gli aspetti tecnici e contenutistici del sito fino alla formazione per la gestione dello stesso.

In questo articolo, riservato a tutti i volontari che stanno realizzando il sito della loro associazione con il supporto del CeSVoP, spiegheremo passo passo, come familiarizzare con WORDPRESS, la piattaforma sulla quale funzionano i siti web “chiavi in mano” realizzati con il supporto del CeSVoP.

Si tratta di un piccolo tutorial che accompagnerà il volontario a familiarizzare con il pannello di controllo e conoscere i passaggi basilari per poter aggiornare il proprio sito e gestire i contenuti.

Il tutorial, accompagnato anche da alcuni approfondimenti video, si sviluppa in 4 sezioni.

Tags, , ,

Siti web “chiavi in mano”. 5 spunti per iniziare

Con CeSVoPweb puoi realizzare il sito web della tua associazione a costo zero, grazie al supporto degli operatori del CeSVoP.

Abbiamo già parlato di come funziona il servizio (clicca qui per leggere l’articolo). In questo post parleremo invece di lavori già realizzati, in modo da poter prendere spunto per il sito web della tua associazione, qualora avessi deciso di aderire a questa opportunità del CeSVoP.

Il servizio “Sito web chiavi in mano” è iniziato in forma sperimentale nel 2016, da allora sono quasi 50 i siti web realizzati dalle associazioni con il supporto del CeSVoP.

Diverse le soluzioni adottate, scopriamone 5:

1 Movimento dei cittadini Sicilia

Questa associazione (clicca qui per vedere il sito) ha focalizzato la propria presenza online sull’informazione continua, realizzando, con il supporto del CeSVoP, un blog costantemente aggiornato sulle problematiche della città di Palermo connesse alla tutela dei diritti dei più deboli. La piattaforma utilizzata per lo sviluppo di questo sito è blogger.

2 Un nuovo giorno

Questa associazione (clicca qui per vedere il sito) aveva bisogno di essere presente online, ma non aveva al suo interno, le risorse umane per poter fare aggiornamenti continui inserendo contenuti. Trattandosi di un’associazione che si occupa di attività artistiche e artigianali con i detenuti del Carcere “Pagliarelli” di Palermo, e avendo tante immagini da condividere per raccontare le proprie attività ed esporre i lavori prodotti durante i laboratori artigianali, si è optato per realizzazione di un sito vetrina, che garantisce la piena visibilità di questi album fotografici ma, allo stesso tempo non richiede tanti aggiornamenti in quanto i contenuti inseriti forniscono le informazioni essenziali per contattare l’associazione per una donazione o per fare volontariato. La piattaforma utilizzata per lo sviluppo di questo sito è WIX

3 Dai un sorriso

Anche in questo caso l’associazione (clicca qui per vedere il sito) non ha al suo interno, volontari in grado di gestire gli aggiornamenti che richiede un sito web, tuttavia, avendo una forte presenza su facebook, è stato realizzato un sito web informativo con storia, attività e contatti dell’associazione che ingloba, nella home page, la bacheca di facebook che è costantemente aggiornata. Tale soluzione permette al volontario, con un solo click, di aggiornare sia il sito che la pagina facebook. Il sito non si appoggia a nessuna piattaforma.

4 GVV Palermo

Questa associazione (clicca qui per vedere il sito) ha fatto un lavoro più complesso rispetto alle altre elencate in questo post. Si avvale della collaborazione di almeno un paio di volontarie che si occuperanno di inserire news e contenuti multimediali all’interno di un piano di comunicazione ben preciso che ha sia l’obiettivo di aggregare nuovi volontari, sia quello di ottenere donazioni ma anche quello di essere un punto di riferimento per tutti i soci. La piattaforma utilizzata per lo sviluppo di questo sito è WordPress.

5 ARX Vergine Maria

Una soluzione simile (clicca qui per vedere il sito) a quella del Movimento dei Cittadini di Sicilia ma realizzata con WordPress.


Se anche tu hai un’associazione di volontariato che risponde a quanto disposto dalla legge 266/91 e vuoi realizzare un sito web con il supporto del CeSVoP non esitare a richiedere il servizio!

Il servizio CeSVoP Web per la realizzazione dei siti web è riservato esclusivamente alle associazioni di volontariatoai sensi della legge 266/91 ed è completamente gratuito ad eccezione dell’acquisto del dominio e dei servizi correlati, spese non sostenibili per legge dal CSV Palermo.

Puoi richiedere questo servizio direttamente online cliccando sul bottone verde alla fine di questo articolo.

Per maggiori informazioni puoi chiamare l’operatore di riferimento Danilo Conigliaro al numero interno 091 777 57 03

Verrai ricontattato per fissare un appuntamento

Tags, , ,

Un sito web completamente gratis: è possibile?

Stai pensando di aprire un sito Internet ma anziché rivolgerti ai professionisti del settore ti piacerebbe fare tutto da te?

Oggi, ricorrendo all’uso di alcuni appositi servizi Web è possibile, eccome!

In rete sono infatti presenti alcune apposite piattaforme grazie alle quali tutti, anche i meno esperti in materia, possono fare un sito Internet da soli gratis.

Servizi come blogger, wix, weebly pur nelle loro versioni base, permettono a chiunque di realizzare il proprio sito senza conoscere codici di programmazione o avere competenze specifiche.

Basterà quindi registrarsi a uno di questi portali, scegliere uno dei tanti template che il sistema mette a disposizione, personalizzandolo con i propri contenuti e media.

Quali sono i vantaggi di questa soluzione?

Sicuramente questi grandi portali garantiscono sicurezza, continuità di aggiornamento e grafiche professionali. Pur nelle loro versioni free svariate saranno le soluzioni e le personalizzazioni possibili.

Rispetto la sicurezza, queste piattaforme sono costantemente aggiornate da team di professionisti, sarà pertanto molto difficile che il tuo sito possa venire “hackerato” o possa bloccarsi per un mancato aggiornamento.

Per quanto riguarda l’aspetto grafico, oltre ad avere accesso, come detto prima, a svariate soluzioni e personalizzazioni, i template scelti saranno tutti responsive, ovvero si adatteranno automaticamente a qualsiasi dispositivo.

Questo è un fattore fondamentale, visto che, oggi gli smartphone sono i dispositivi più utilizzati per navigare sul web, e non più i PC.

Quali sono invece gli svantaggi di questo tipo di soluzione?

Sicuramente lo svantaggio principale di queste soluzioni è il dominio. Appoggiandosi a delle piattaforme il dominio del tuo sito sarà www.iltuonome.nomepiattaforma.it.

Altro svantaggio correlato è lo spazio web, che sicuramente non permette di caricare tutti i file e i documenti che si desiderano così come si farebbe in un account a pagamento.

A questi svantaggi c’è modo di ovviare, acquistando un dominio con il servizio redirect.

Il dominio avrà un suo spazio web dove poter caricare tutti i documenti e le immagini senza limiti di spazio e con il servizio redirect sarà possibile digitare l’indirizzo www.iltuonome.it e visualizzare il sito che abbiamo creato gratuitamente.

A questo punto il tuo sito non sarà completamente gratuito ma, considerando che l’acquisto di un dominio comporta una spesa inferiore alle 40€ l’anno, sarà quasi come se lo fosse.

Se avere un sito web a costo zero è così facile perchè non lo fanno tutti?

Abbiamo già parlato, nell’ambito delle attività del volontariato, di come si comunica e di quanto sia importante la comunicazione e di come questa non debba essere lasciata al caso.

Queste piattaforme gratuite mettono a disposizione tantissime soluzioni grafiche e template, tuttavia è molto semplice far perdere di efficacia tali soluzioni nella personalizzazione: utilizzando foto di scarsa qualità e testi poco efficaci comunicativamente.

Bisogna partire dal presupposto che il sito web è uno strumento, e, per quanto completo, non sarà mai garanzia di una comunicazione efficace se, allo stesso tempo, non si pone la giusta attenzione sui contenuti e sulla strategia per promuoverli.

Per questi motivi spesso si ricorre ad agenzie di comunicazione o professionisti che hanno le competenze e le capacità di gestire contemporaneamente tutti questi aspetti in tempi più brevi.

Cosa conviene fare allora?

Nel momento in cui nasce l’esigenza di realizzare il proprio sito web, bisognerebbe sempre fare i conti con la fattibilità del progetto che si ha in mente:

  • Capire cosa si vuole comunicare, con quali contenuti e quali risorse si hanno a disposizione (tempo, collaboratori, economie).
  • Mettere nero su bianco il progetto di comunicazione che si intende realizzare focalizzandosi sugli obiettivi da raggiungere.
  • Scegliere lo strumento più adatto per trasformare l’idea in qualcosa di concreto.
  • Dare continuità a ciò che si realizza con aggiornamenti e verifiche periodiche.

Se si ha la capacità di seguire tutti questi aspetti è possibile realizzare un sito web a costo zero e ottenere buoni risultati.

Se in termini di disponibilità di tempo qualcuno di questi aspetti non è sostenibile, conviene rivolgersi a un professionista.

Il CeSVoP può curare alcuni di questi aspetti?

Con CeSVoP Web il CeSVoP dà l’opportunità a tutte le associazioni di volontariato della Sicilia Occidentale (AG, CL, PA, TP) di realizzare il proprio sito web “chiavi in mano”, ovvero modificabile nei contenuti direttamente dai volontari stessi.

L’associazione di volontariato sarà accompagnata dal personale del CeSVoP in un percorso tecnico e formativo che si svilupperà in diverse fasi:

  • Analisi del bisogno (capire insieme quali le esigenze e le aspettative dell’associazione nel realizzare il proprio sito web)
  • Individuazione dei contenuti (testi, foto, prodotti multimediali, documenti da elaborare per essere pubblicati sul sito)
  • Formazione (i volontari dell’associazione richiedente vengono formati per gestire autonomamente il sito)
  • Verifica (periodicamente si verificherà se il prodotto realizzato sta perseguendo obiettivi e finalità concordate nella fase di analisi)

Il servizio CeSVoP Web per la realizzazione dei siti web è riservato esclusivamente alle associazioni di volontariatoai sensi della legge 266/91 ed è completamente gratuito ad eccezione dell’acquisto del dominio e dei servizi correlati, spese non sostenibili per legge dal CSV Palermo.

Puoi richiedere questo servizio cliccando sul bottone verde alla fine di questo articolo.

Per maggiori informazioni puoi chiamare l’operatore di riferimento Danilo Conigliaro al numero interno 091 777 57 03

Tags, ,

Sito web per le associazioni: come faccio ad averlo?

Con CeSVoP web è possibile, per le associazioni di volontariato con statuto a norma della legge 266/91, realizzare il proprio sito web gratuito e chiavi in mano.

Il personale del CeSVoP accompagnerà i volontari in un piccolo percorso formativo, dall’analisi dei bisogni, alla pianificazione di tutti gli aspetti tecnici e contenutistici del sito fino alla formazione per la gestione dello stesso.

Ma quali sono i passaggi da seguire?

N.1 I REQUISITI

Il CeSVoP offre servizi gratuiti alle sole associazioni di volontariato con statuto conforme alla legge 266/91.

Il requisito fondamentale per usufruire del servizio è pertanto quello di essere un’associazione di volontariato.

Se non sai con certezza se la tua è un’associazione di volontariato o desideri apportare delle modifiche statutarie per cambiare forma giuridica puoi contattare l’ufficio consulenza del CeSVoP che, sempre gratuitamente provvederà all’analisi dello statuto ed, eventualmente, accompagnarti in tutte le modifiche necessarie.

Puoi prendere appuntamento inviamo una mail ad assistenzaodv@cesvop.org oppure chiamando lo 091 33 19 70

N.2 Analisi del bisogno

Per realizzare il proprio sito internet vanno fatte alcune considerazioni preliminari:

  • Perchè la mia associazione ha bisogno di un sito web?
  • Qual’è il target che voglio raggiungere?
  • Quali sono i miei obiettivi?
  • Su quali risorse umane posso contare per la gestione del mio sito?
  • Quali contenuti e documenti voglio pubblicare?

Sono considerazioni fondamentali da chiarire prima di iniziare a lavorare sulla propria presenza online. Un sito web richiede costanti aggiornamenti e un piano di comunicazione ben chiaro da portare avanti. Attività che devono necessariamente portati avanti da un gruppo di persone non da una sola.

N.3 I contenuti

Il sito web è come un biglietto da visita online, bisogna pertanto sapersi raccontare, ma con il linguaggio del web, quindi in maniera sintetica ed essenziale con la possibilità di arricchire il tutto con elementi multimediali (foto, video, documenti ufficiali, link esterni per approfondire i concetti chiave).

Spesso il volontariato trascura gli aspetti legati alla comunicazione (ne abbiamo già parlato nell’articolo “Comunicare il volontariato”) focalizzandosi maggiormente sulle singola attività, privilegiando valori e relazioni di volontari e utenti.

Saper comunicare ciò che si fa, sopratutto se dietro ci sono valori e ideali molto forti, è fondamentale per trovare supporto e sostegno in azioni che, come ben sappiamo, non sono retribuite.

Una buona comunicazione in una attività di volontariato, può generare interesse nella comunità, può far avvicinare nuovi volontari, può aumentare il numero delle donazioni.

In questa fase gli operatori del CeSVoP daranno le giuste indicazioni ai volontari per elaborare i testi di tutte le sezioni del loro sito e individuare gli elementi multimediali (foto, video, album, documenti ecc..)

N.4 Il piano di comunicazione

Una volta individuati i contenuti e gli obiettivi si passa al piano di comunicazione: ovvero un documento strategico che ha il principale compito di guidare tutte le attività di comunicazione necessarie al raggiungimento degli obiettivi prefissati per la propria presenza online.

Il piano di comunicazione avrà l’obiettivo di integrare anche gli strumenti che abitualmente l’associazione utilizza per comunicare:

  • i social network
  • le mail
  • le liste di contatti

N.5 Il dominio e la pubblicazione del sito

Come detto sopra, questo servizio del CeSVoP è totalmente gratuito per le associazioni di volontariato. L’unico costo da sostenere sarà quello dell’acquisto del dominio (www.nomeassociazione.it) e dei servizi associati in quanto, per legge (266/91), il Centro Servizi non può sostenere costi legati alle attività istituzionali dell’associazione.

La filosofia di fondo di questo servizio del CeSVoP è quella di realizzare il sito web per le associazioni utilizzando strumenti gratuiti e open source.

La piattaforma online più in linea con questa filosofia è WORDPRESS,
una piattaforma software di “blog” e content management system open source ovvero un programma che, girando lato server, consente la creazione e distribuzione di un sito Internet formato da contenuti testuali o multimediali, facilmente gestibili ed aggiornabili in maniera dinamica.

WordPress oltre ad avere un sistema di gestione semplice e intuitivo, che permetterà al volontario, con pochi click di aggiornare e gestire il proprio sito, può contare su una quantità innumerevole di plug in gratuiti (nella loro versione base) in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza comunicativa.

Una volta acquistato il dominio, l’operatore CeSVoP provvederà a costruire e pubblicare il sito in base a quanto concordato nelle fasi precedenti.

N.6 Formazione e verifica

Una volta pubblicato il sito e concordato il piano di comunicazione, sarà importante rendere i volontari dell’associazione autonomi nella gestione e pubblicazione dei contenuti.

Con alcuni incontri di presenza e delle apposite dispense, il volontario o, come suggeriamo noi, il team di volontari, sarà in grado di gestire il proprio sito negli aggiornamenti.

Una volta autonoma, l’associazione, avrà in mano lo strumento più adatto per promuovere le proprie iniziative e le proprie cause attraverso il web.

Il percorso si concluderà con un incontro a 6 mesi dalla messa online del sito, per verificare se gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti oppure no e per eventualmente accogliere nuove esigenze.

Bene, a questo punto non ti resta che passare all’azione 😀

Puoi richiedere direttamente online questo servizio cliccando sul bottone verde sottostante.

Per maggiori informazioni puoi chiamare l’operatore di riferimento Danilo Conigliaro al numero interno 091 777 57 03

Verrai ricontattato per fissare un appuntamento.

Tags, , ,

La mia associazione non ha un sito web: che fare?

È ancora utile pensare di realizzare un proprio sito web nel “millennio social”? Certo che sì. Soprattutto in un contesto come quello attuale, di grande visibilità attraverso le varie piattaforme di social network, avere un proprio sito non solo è utile, ma addirittura necessario.

Facebook, Twitter, Instagram, You Tube ecc…concedendo a tutti spazi virtuali in maniera gratuita, hanno favorito tantissime realtà professionali e imprenditoriali, offrendo la possibilità di “apparire su internet“. Per quanto questo abbia rappresentato e rappresenti una grande opportunità, resta comunque molto lontano dai vantaggi espressi dall’avere un proprio, personale spazio web dedicato.

I motori di ricerca, Google in primis, rappresentano il primo canale utilizzato dai “naviganti” per il reperimento di informazioni nei settori più disparati. Ecco che, anche in previsione futura, esserci, diventerà sempre più importante. Profili social e sito web, non sono altro che due faccie della stessa medaglia, l’una non deve escludere l’altra, ma al contrario questi due strumenti per il tuo business online dovrebbero essere progettati e concepiti in perfetta sintonia.

E il volontariato in tutto questo?

La riforma del terzo settore chiede alle associazioni di sottostare alle seguenti normative:

  1. avere un sito web con dominio proprietario
  2. avere una sezione TRASPARENZA con i documenti relativi la rendicontazione pubblicati, disponibili alla consultazione e al download
  3. garantire la tracciabilità delle donazioni liberali anche digitali mediante software collegato all’Agenzia delle Entrate

A tutto questo vanno aggiunte:

  • il rispetto delle norme sulla privacy 
  • la presenza delle informative sul trattamento dei dati sensibili

Il termine ultimo per adeguarsi a tale normativa è scaduto a febbraio 2019

Il CeSVoP dà l’opportunità a tutte le associazioni di volontariato della Sicilia Occidentale (AG, CL, PA, TP) di realizzare il proprio sito web “chiavi in mano”, ovvero modificabile nei contenuti direttamente dai volontari stessi.

L’associazione di volontariato sarà accompagnata dal personale del CeSVoP in un percorso tecnico e formativo che si svilupperà in diverse fasi:

  • Analisi del bisogno (capire insieme quali le esigenze e le aspettative dell’associazione nel realizzare il proprio sito web)
  • Individuazione dei contenuti (testi, foto, prodotti multimediali, documenti da elaborare per essere pubblicati sul sito)
  • Formazione (i volontari dell’associazione richiedente vengono formati per gestire autonomamente il sito)
  • Verifica (periodicamente si verificherà se il prodotto realizzato sta perseguendo obiettivi e finalità concordate nella fase di analisi)

Il servizio CeSVoP per la realizzazione dei siti web è riservato esclusivamente alle associazioni di volontariato ai sensi della legge 266/91 ed è completamente gratuito ad eccezione dell’acquisto del dominio e dei servizi correlati, spese non sostenibili per legge dal CSV Palermo.

Puoi richiedere direttamente online questo servizio cliccando sul bottone verde in coda a questo articolo.

Per maggiori informazioni puoi chiamare l’operatore di riferimento Danilo Conigliaro al numero interno 091 777 57 03

Verrai ricontattato per fissare un appuntamento