Category Archive Strumenti utili

Sicurezza: entro il 2020 si passa al protocollo TLS 1.2

Chrome, Firefox, Edge e Safari disabiliteranno il supporto a TLS 1.0 a partire dal 2020: il nuovo standard è l’attuale TLS 1.2.

Nessun utente si accorgerà del cambiamento e saranno pochi i sistemisti occupati in un lavoro di aggiornamento, ma la novità chiude un lungo capitolo delle comunicazioni online tra client e server. Da ben 20 anni, infatti, il protocollo 1.0 (ed il successore 1.1) gestivano in modo sicuro le comunicazioni tra i vari nodi della rete: nuovi protocolli sono stati sviluppati per aumentare il tasso di sicurezza di tali comunicazioni ed occorre ora un ampio lavoro di aggiornamento generalizzato per far sì che i nuovi protocolli possano sostituirsi ai vecchi eliminando ogni sacca di traffico non sicuro ancora in essere.

La novità è stata congiuntamente annunciata dai quattro principali produttori di browser, ossia GoogleMozillaMicrosoft e AppleChrome, Firefox, Edge e Safari porranno termine al supporto di TLS 1.0 e 1.1 entro il 2020, lasciando così strada spianata al più recente TLS 1.2.

TLS (Transport Layer Security) è il protocollo che rende sicuro l’HTTPS. Ha una storia ventennale […] ed in questi anni abbiamo imparato molto su come rendere sicuri i protocolli.

Oggi il nuovo protocollo è in uso presso la gran parte dei siti web, ma una piccola parte ancora è rimasta arroccata al vecchio 1.0. L’azione congiunta dei browser nel rendere deprecata la prima versione del protocollo costringerà tutti all’aggiornamento, portando così di fatto l’intero World Wide Web verso il nuovo standard.

Questo cambiamento interesserà anche la gestione della sicurezza delle e-mail e in particolare della Posta Elettronica Certificata (PEC).

Se i dispositivi con cui si accedere alla casella di posta elettronica certificata sono aggiornati e supportati dal protocollo TLS 1.2, sarà possibile accedere regolarmente al servizio anche dopo la dismissione del protocollo 1.0 e 1.1 senza alcun intervento o modifica; in caso di incompatibilità dei sistemi con il nuovo protocollo, si potranno riscontrare riscontrare problemi di accesso (es. se il browser non è aggiornato, si potrebbe non accedere alla webmail; se il client su cui è configurata una PEC è obsoleto, potrebbe non essere utilizzato per accedere alla posta elettronica certificata…).

Già ARUBAPEC , uno dei principali fornitari di servizi di hosting e servizi certificati, ha fissato il passaggio al nuovo standard TLS 1.2 in data 30 settembre 2019, per evitare disagi e malfunzionamenti è possibile verificare l’aggiornamento dei propri sistemi informatici attraverso una semplice guida che è possibile visionare cliccando qui

Tags, , , ,

Digitalizzare la propria associazione oggi è possibile con Techsoup

La trasformazione digitale è il processo di integrazione delle tecnologie digitali in tutti gli aspetti delle attività ordinarie: un processo che comporta cambiamenti sostanziali a livello di tecnologia, cultura, operazioni e generazione di valore.

Nonostante la Riforma del terzo settore richieda l’utilizzo di strumenti informativi idonei a garantire conoscibilità e trasparenza in favore del pubblico e dei propri associati (art. 41) emerge tra le organizzazioni no profit una difficoltà di visione strategica sulle tematiche digitali, soprattutto da parte dei leader e della governance. Manca la consapevolezza delle potenzialità del digitale e, di conseguenza, una strategia chiara.

Sono ancora tantissime le associazioni che, nelle loro sedi, utilizzano hardware e software obsoleto, hanno difficoltà ad utilizzare gli strumenti basilari come la mail e i documenti di testo, ignorano totalmente le opportunità che i nuovi strumenti digitali potrebbero dare in termini di incremento delle donazioni o dell’aggregazione di nuovi volontari.

Mancanza di tempo, mancanza di risorse economiche, poche competenze: queste sono le motivazioni che spesso bloccano i processi di digitalizzazione delle organizzazioni di volontariato.

Da qualche anno per le organizzazioni di volontariato e gli enti di terzo settore è possibile attivare concreatamente questi processi a costi ridottissimi grazie a TechSoup.

TechSoup è la prima piattaforma internazionale che aiuta le organizzazioni Non Profit di tutto il mondo ad intraprendere un percorso di trasformazione digitale. 

Come?

Fornendo accesso a prodotti software e hardware delle aziende leader del settore ICT (Microsoft, Symantech, Cisco, ad un costo marginale o in totale donazione e offrendo corsi di formazione sul digitale (workshop e webinar) e servizi di consulenza informatica a misura di Non Profit. 

L’iscrizione a techsoup.it è gratuita e ti permette di aumentare la cultura digitale della tua Non Profit e di fare un upgrade tecnologico impensabile abbattendo i costi legati alla tecnologia.

STEP BY STEP

La registrazione a TechSoup

Crea un account per la tua organizzazione cliccando su Registrati nel box azzurro in home page (https://www.techsoup.it/).

Dopo aver inserito i dati richiesti riceverai una mail con le tue credenziali e l’indicazione di quali documenti relativi alla tua Non Profit dovrai inviarci per procedere all’accreditamento a TechSoup (Autocertificazione, Statuto, Codice Fiscale dell’Organizzazione, Atto costitutivo e carta di identità del Legale Rappresentante). Ti ricordiamo che la registrazione è gratuita ed una tantum.

La conferma dell’accredito

Entro cinque giorni lavorativi dalla ricezione dei documenti riceverai una mail con la conferma o meno dell’eleggibilità della tua organizzazione. Da quel momento potrai ordinare i prodotti sul nostro sito, iscriverti a corsi o eventi e richiedere i nostri servizi IT. 

Cosa troverai su TechSoup?

Con la registrazione a TechSoup la tua organizzazione Non Profit potrà accedere a:

  • prodotti software e hardware dei nostri partner donatori a costi marginali o in totale donazione;
  • strumenti digitali gratuiti per il fundraising e il lavoro in team;
  • servizi di consulenza e di IT Assist;
  • workshop e webinar della TechSoup Academy per aumentare la cultura digitale della tua Non Profit. 

Hai dubbi o domande?

Consulta la pagina delle FAQ di TechSoup oppure contatta l’operatore di riferimento del CeSVoP Danilo Conigliaro al numero interno 091 777 57 03 CeSVoP per avere supporto e accompagnamento nelle fasi di accreditamento e per scegliere le soluzioni più idonee alle esigenze della tua OdV.

Tags, , , ,

Sito web chiavi in mano: come lo gestisco?: un piccolo tutorial

Con CeSVoP web è possibile, per le associazioni di volontariato con statuto a norma della legge 266/91, realizzare il proprio sito web gratuito e chiavi in mano.

Il personale del CeSVoP accompagnerà i volontari in un piccolo percorso formativo, dall’analisi dei bisogni, alla pianificazione di tutti gli aspetti tecnici e contenutistici del sito fino alla formazione per la gestione dello stesso.

In questo articolo, riservato a tutti i volontari che stanno realizzando il sito della loro associazione con il supporto del CeSVoP, spiegheremo passo passo, come familiarizzare con WORDPRESS, la piattaforma sulla quale funzionano i siti web “chiavi in mano” realizzati con il supporto del CeSVoP.

Si tratta di un piccolo tutorial che accompagnerà il volontario a familiarizzare con il pannello di controllo e conoscere i passaggi basilari per poter aggiornare il proprio sito e gestire i contenuti.

Il tutorial, accompagnato anche da alcuni approfondimenti video, si sviluppa in 4 sezioni.

Tags, , ,

Servizi Fascia B: come fare?

Torniamo a parlare di Servizi ad accesso diretto CeSVoP. Abbiamo conosciuto come funzionano e quali sono le modalità operative per i servizi di Fascia A (con disponibilità di budget), oggi parliamo di quei servizi che vengono realizzati con il supporto del personale e delle risorse strumentali del Centro Servizi ovvero i servizi di FASCIA B.

Come funziona il servizio di grafica e stampa se lo richiedo all’interno dei servizi ad accesso diretto FASCIA B?

Dopo aver compilato le prime due sezioni del form online andrà selezionata, in fondo, l’opzione Fascia B.

Comparirà una schermata con due sezioni:

  • Informazione e comunicazione
  • Supporto tecnico logistico

Per quanto riguarda i servizi di CeSVoP web ci focalizzeremo sulla prima sezione, che prevede due campi: uno relativo alle campagne di comunicazione, l’altro per l’impaginazione, la grafica e la stampa.

I servizi di fascia B non prevedono budget, ma, come detto sopra, vengono realizzati con il supporto del personale del CeSVoP e gli strumenti interni all’ufficio.

Gli uffici del CeSVoP sono dotati di un fotocopiatore a colori e di un plotter, con i servizi ad accesso diretto di fascia b sarà pertanto possibile realizzare piccole tirature (max 100 stampe A4) e qualche stampa grande formato (max 10).

Una volta inoltrata l’istanza online, si concorderà con l’operatore di riferimento cosa realizzare, fornendo contenuti, eventuali immagini e idee per sviluppare la grafica del prodotto da stampare.

Una volta elaborata, l’operatore sottoporrà all’associazione una bozza grafica in attesa di eventuali modifiche o di un “si stampi”.

Il regolamento prevede, durante l’anno, la possibilità di usufruire 4 volte di un singolo servizio di fascia B.

A questo punto non resta che richiedere il servizio, ricordando che 
i servizi ad accesso diretto, così come tutti i servizi del CeSVoP sono riservati alle sole associazioni di volontariato con statuto a norma della 
legge 266/91.

Puoi richiedere il servizio direttamente da qui cliccando sul tasto verde sottostante! Buon lavoro!

Tags, , ,

Stampe con i servizi di fascia A: come funziona?

Abbiamo già parlato dei Servizi ad accesso diretto del CeSVoP. Si tratta di una particolare modalità, snella e veloce, per richiedere servizi al CeSVoP, che, ricordiamo, sono riservati alle sole associazioni di volontariato.

Fra i servizi che possono essere richiesti tramite tale modalità, ci sono anche quelli di CeSVoP web, nello specifico:

Abbiamo anche già spiegato (Leggi l’articolo cliccando qui) la differenza fra servizi di fascia A (con un budget spendibile in alcune voci di spesa) e servizi di fascia B (realizzati con il solo supporto delle risorse umane e strumentali del CeSVoP).

Come funziona il servizio di grafica e stampa se lo richiedo all’interno dei servizi ad accesso diretto FASCIA A?

E’ tutto molto semplice, la prima cosa da fare è compilare l’apposito form online, inserendo tutti i dati richiesti (nome associazione, codice fiscale, nome e cognome del referente e recapiti mail e telefonici) nella prima sezione “Dati del richiedente”.

Successivamente vanno specificati i dettagli della tua iniziativa: titolo, location, data di svolgimento e sintesi breve.

Molto spesso i volontari hanno delle difficoltà in questo passaggio, sopratutto se non stanno organizzando una vera e propria iniziativa ma, ad esempio, hanno bisogno di volantini per promuovere una campagna di donazione. In questo caso basterà inserire nel campo “titolo iniziativa” la dicitura “campagna promozionale” e nel campo data inserire un giorno che ricade grossomodo nel periodo in cui si intende attivare tale campagna.

Ricordiamoci, nel campo “descrizione iniziativa” di inserire, oltre a una breve sintesi dell’evento o della campagna, anche tipologia, formati e quantità del materiale che vogliamo realizzare (Manifesti, locandine, depliant etc..)

Una volta compilata la sezione “dettagli iniziativa” si passa a selezionare il tipo di servizio, noi selezioneremo FASCIA A.

Selezionando il campo, appariranno 8 voci di spesa:

  • Catering e/o alimenti
  • Materiale di cancelleria e di consumo
  • Gadget e strutture espositive
  • Editing e stampe digitali
  • Noleggio automezzi
  • Pick-up merci
  • Noleggio spazi e/o aule
  • Noleggio strumenti e attrezzature

A noi interessa la voce “Editing e stampe digitali” dove inseriremo l’importo che desideriamo investire che, ricordiamo, non può superare le 250€ compresa iva, a fronte del budget annuale di 500€ compresa iva che non può essere utilizzato in un’unica voce di spesa.

A questo punto, riceverete una notifica via mail dell’avvenuta consegna dell’istanza e, dopo qualche giorno, verrete contattati dall’operatore di riferimento per l’operatività del servizio.

Per procedere occore avere un preventivo spesa da una ditta individuata direttamente dall’associazione di volontariato richiedente. Questo preventivo deve includere i costi di grafica e stampa e deve essere intestato al CeSVoP.

Se l’associazione non ha una ditta di riferimento, può appoggiarsi ad una di quelle convenzionate con il CeSVoP.

Una volta mandato il preventivo, l’operatore d’area invierà regolare ordine alla ditta individuata dando, di fatto, il via ai lavori.

Il volontario a questo punto potrà realizzare quanto richiesto direttamente presso la tipografia individuata, con l’unico obbligo di far vedere le bozze pre-stampa all’operatore del CeSVoP che, dopo aver verificato la coerenza fra ciò che è stato richiesto e ciò che si vuole realizzare, darà l’ok a procedere.

Tutti gli aspetti fiscali e amministrativi verranno gestiti dalla ditta individuata e dal CeSVoP senza gravare sull’associazione.

A questo punto non resta che richiedere il servizio, ricordando che
i servizi ad accesso diretto, così come tutti i servizi del CeSVoP sono riservati alle sole associazioni di volontariato con statuto a norma della
legge 266/91.

Puoi richiedere il servizio direttamente da qui cliccando sul tasto verde sottostante! Buon lavoro!

Tags, ,

I Servizi ad accesso diretto del CeSVoP

I servizi ad accesso diretto del CeSVoP sono una delle modalità con le quali il CSV di Palermo supporta le associazioni di volontariato.

Si tratta di un portfolio di servizi che il CeSVoP eroga direttamente alle organizzazioni di volontariato della Sicilia Occidentale previa compilazione di una istanza online.

I servizi ad accesso diretto del CeSVoP danno la possibilità alle associazioni di volontariato di poter “disegnare” al meglio ciò che necessità quando ci si trova ad organizzare un evento di promozione, un seminario, un convegno, una campagna promozionale, un laboratorio e quanto sia espressione delle attività di volontariato e solidarietà.

Ogni associazione ha la possibilità, durante l’anno, di usufruire di un budget di 500€ compresa iva spendibile (in voucher di max 250€ compresa iva cad.) in almeno due delle seguenti voci di spesa:

  • Catering e/o alimenti
  • Materiale di cancelleria e di consumo
  • Gadget e strutture espositive
  • Editing e stampe digitali
  • Noleggio automezzi
  • Pick-up merci
  • Noleggio spazi e/o aule
  • Noleggio strumenti e attrezzature

e non solo, attraverso i servizi ad accesso diretto è possibile beneficiare di altre opportunità che non prevedono l’utilizzo di questo budget, in quanto prodotte e realizzate internamente al CeSVoP, utilizzando risorse umane e strumentali, nello specifico:

  • Servizi e/o campagne di comunicazione                          
  • Impaginazione grafica, stampe digitali e prodotti multimediali
  • Prestito attrezzature 
  • Richiesta sedi/sale riunioni e/o pc con collegamento internet
  • Servizi di segreteria
  • Servizi Tecnologici e New Media

I servizi con budget sono denominati FASCIA A, quelli interni o “in economia” FASCIA B

Con una buona programmazione un’associazione di volontariato può realizzare uno o più eventi/manifestazione riducendo al minimo i costi grazie al supporto del CeSVoP.

Anche i Servizi di CeSVoP web rientrano in questa modalità di erogazione

I servizi ad accesso diretto, così come tutti i servizi del CeSVoP sono riservati alle sole associazioni di volontariato con statuto a norma della legge 266/91. Sul sito del CeSVoP (clicca qui per il link diretto) è possibile accedere al regolamento, a una guida più approfondita e al form online per inoltrare l’istanza.

Tags, ,